Donne Purgatevi

C'è da dire che la donna è sempre in una condizione di infelicità ed insoddisfazione perpetua quando si confronta con il mondo maschile. Siamo delle megere bigodini e manicure sempre pronte ad avventarci come falchi contro la preda più debole, lamentose, petulanti, competitive e sempre alla ricerca di ciò che non va. 
Mia nonna (Le nonne la sanno sempre molto lunga) commentava così quando qualcuna non si accontentava di quello che aveva e continuava a trovare problemi su problemi anche quando erano risolvibili: "Allora se non va bene…PURGATI!"
Non so esattamente che cosa volesse dire, però secondo me aveva ragione. Se gli uomini li mandiamo all'inferno, beh le donne sono indubbiamente da PURGATORIO.
Nell'antipurgatorio dantesco troviamo la SPIAGGIA. La spiaggia è una specie di terreno di prova dove noi donnine approdiamo e ci rendiamo immediatamente conto che abbiamo il culo troppo grosso, le tette troppo piccole, la pelle troppo chiara, i capelli che con la salsedine diventano ribelli come i rivoluzionari francesi. Insomma già dall'antipurgatorio capiamo che davvero la strada è dura!
Al primo ripiano troviamo le SCOMUNICATE.
Diciamo che questo genere di donna ha provocato, grazie alle sue battaglie, la rovina del nostro genere. Le Scomunicate sono quelle che lottano per la parità e l'uguaglianza con il Maschio. Quelle che lottano per lavorare, quelle che rinunciano alla maternità, quelle che vogliono fare il militare, quelle che credono che anche l'uomo debba stare in cucina. Ma dico io, avete per sbaglio bevuto una bottiglia di Chanel? Pensate davvero che lavorare come muli, andare in guerra e far stare il marito a casa durante la vostra maternità sia una cosa intelligente? Ecco come mai ci chiamano sesso debole, le uniche forze che avevamo grazie alle Scomunicate ce le siamo fatte portare via.
Al secondo piano ci sono le NEGLIGENTI. Le Negligenti sono il prototipo della donna disastro, una sorta di calamità naturale che inonda la vostra esistenza. Le negligenti sono quelle buffe ed ingenue per i primi 10 minuti di conversazione, quelle semplici e bonarie inizialmente, ma dopo? Dopo succede che la biancheria di lui diventa rosa confetto perché inavvertitamente c'era un maglione rosso fuoco nella lavatrice, sono quelle che usano la parola "saporito" quando fanno un sugo salato come un baccalà e quelle che quando ti rammendano un calzino ci cuciono per sbaglio anche la tovaglia sulla quale si appoggiavano, insomma un disastro!
Nel terzo piano troviamo QUELLE TROPPO PRESE DALLA GLORIA E DALLA MONDANITA'. Diciamo che queste damigelle sono inflazionate in maniera esasperante nella nostra società. Le Troppo prese dalla gloria e dalla mondanità le riconosci perché vivono la vita di Paris Hilton, di Kate Moss e di Haudery Hepbourn: "Lei è proprio come me" pensano peccando di modestia e, se il loro quoziente intellettivo non fosse abbastanza allenato ad esprimere una frase di senso compiuto, puoi riconoscerle dall'aspetto: jeans di JLO, Profumo Britney Spears, gloss Incontrada, T-shirt di Madonna, tette come il pallone di Ronaldo, bocca che ricorda vagamente la siluoette di Giuliano Ferrara. Dei bijoux insomma.
Da questo punto in poi entriamo veramente nel vivo, nel purgatorio vero e proprio. Nella prima cornice troviamo le SUPERBE. Le superbe hanno una strana attitudine al comando, solitamente sono "quella stronza del mio capo", ma si trovano anche come "quella stronza dell'assistente"; le peggiori sono indubbiamente "quella stronza di collega" e "quella superstronza della commessa". Questa collezione di superstronze non si rivolge a te parlando, ma ti sbeffeggia sillabando superiorità. Le Superbe sono quelle che mostrano falso interesse per umiliarti: "Dove l'hai preso questo maglioncino?" ok l'hai preso al mercato, ma alla fine quella stronza mostra interesse "In una bancarella" dici pronta ad aggiungere che puoi comprarlo uno simile anche a lei la prossima volta, ma no. La superba ribatte, rapida come uno schizzo d'olio bollente: "Infatti mi pareva troppo scadente per provenire da un negozio"  stronza, stronza e stronza!
Nella seconda cornice una categoria molto diffusa: le INVIDIOSE. In realtà un po' invidiose lo siamo tutte, ma quelle a denominazione d’origine controllata le riconosci subito. Le Invidiose DOC ti squadrano e hanno impiantato nel cervello una macchina pronta per farti una bella tomografia assiale computerizzata. Loro osservano tutto, ogni dettaglio, ogni particolare e non hanno tempo di farsi una vita. Non hanno tempo perché sono impegnatissime ad analizzare la tua e gioire per ogni tua disgrazia. Massacrano i loro uomini perche il marito di Susy ha fatto così e lui no, perché lui esce con gli amici e perché hanno una vita mondana. Loro no, ovviamente perché non le sopporta nessuno.
Dopo troviamo una categoria fantastica: le IRACONDE. Le iraconde sono delle dolcissime bestioline pressurizzate all'interno di un sottilissimo stato di grazia e dolcezza, ma quando questo velo si alza succede il finimondo. Solitamente i loro compagni non se ne accorgono perché le iraconde lavorano ad un livello sottile. Loro non urlano, usano gli ultrasuoni. Quando un’iraconda dà libero sfogo alla sua indole, la cristalleria si rompe, gli specchi si incrinano, i capelli si drizzano e tutti i cani del vicinato accorrono arrapatissimi. Vi siete mai chiesti da dove hanno preso lo spunto per ideare il mito delle Sirene?
Quarta cornice: le ACCIDIOSE. Avete presente che solitamente le donne sono, la settimana prima delle mestruazioni, più pigre, un po' sofferenti, irascibili, annoiate e trovano a loro stesse un sacco di difetti; mentre la settimana della mestruazioni continuano ad essere pigre, insofferenti, annoiate, trovano i difetti a sé stesse e al partner, mangiano con la voracità di uno in tempo di guerra e sono intrattabili? Beh il tutto si conclude la settimana post-mestruazioni dove si aggiunge ai sintomi precedenti la libido di un bradipo in letargo. Le accidiose sono quelle che restano così anche l'unica settimana al mese dove non possono attribuire la colpa alle mestruazioni.
Quinta cornice: le AVARE. Le avare sono spesso considerate delle benefattrici dal genere maschile, delle donne generose a differenza di quello che si potrebbe pensare. Questo accade perché la danno via senza troppi problemi. In realtà le avare non lo fanno per amore del maschio, per generosità o per carità; lo fanno per avarizia. Le avare vogliono tutti gli uomini per sé; escono e profumano di sesso facile e carezze languide, si vestono con occhi lucidi e sono solitamente di poche parole (è con questa mossa che vincono). Così, se è vero che per ogni uomo ci sono sette donne e, di conseguenza, per ogni donna c'è un settimo d'uomo; grazie a loro, per ogni donna c'è la solitudine.
Sesta cornice: le Golose. Le Golose sono quelle che sostengono che un cetriolo sia meglio di un uomo, quelle che affogano le loro delusioni in gelato e cioccolata, sono quelle che Perché fidanzarmi quando posso andare dal mio fruttivendolo e comprare una banana? (sostenendo che comunque sia deriviamo dalle scimmie), sono quelle che se il frigo è pieno il cuore è più sereno. [Sceme? Non direi].
Settima cornice: le LUSSURIOSE. Signori e signore loro sono le migliori, sono delle prodighe e soddisfacenti partner sessuali; sono quelle che a letto tutto è concesso, sono quelle che usano i termini "penetrante" per parlare di uno sguardo, che non sono in sintonia con te, ma "ti sentono dentro", sono quelle che non sono sorridono come tutte, ma ansimano. Sono quelle che non annuiscono come tutte ma dicono "siiiii…siiiiiiii...siiiiiiiii", sono quelle che non sudano come il prosciutto in cantina ma "oddio sono tutta bagnata" . Ridicole e spregevoli usurpatrici di noi meno ansimanti e allusive Galline. Siete d'accordo no?
Poi troviamo il paradiso terrestre, terra di tutte quelle ANIME CHE HANNO COMPIUTO LA LORO ESPIAZIONE e attendono il giudizio universale. Chi ci troviamo qua? Ci troviamo le più stupide, le meno sveglie, quelle che hanno passato la loro vita seguendo illusioni, quelle che hanno rinunciato a tutto per l'evanescenza, quelle che credono nel Principe Azzurro, quelle che sognano. Insomma, ci troviamo tutte quelle che si sono sposate per amore.
Espiate donne, espiate e già che ci siete espirate ed inspirate; espirate ed inspirate. Gli errori e le colpe si pagano, ma non in eterno. 
Poi lo sanno tutti che le donne sono più longeve degli uomini, prima o poi l'espiazione finisce.


Vostra Gallina purgantissima Valentina 

15 commenti:

Ernest said...

ne conosco una per ogni categoria... incredibile!

Miriam said...

La tua nonna è una grande!!! Ricordo che per la generazione delle nostre nonne, purgarsi era un atto da compiere QUOTIDIANAMENTE, ci pensi? Bè, visto e considerato che anche tra noi brave donnine ci sono molteplici categorie che hanno bisogno di purificarsi...ben venga la purga...
Adesso che ci penso, offrirei molto volentieri un caffè arricchito con qualche goccia di purgante ad una personcina niente male...almeno rimane impegnata a fare qualcosa di utile per sè stessa invece di sparare "...." , a chi ha la sfortuna d'incappare in lei!
Non sono troppo cattiva?

dublina said...

eheh ti dò ragione su tutti i fronti!
Ti annuncio che sei stata inserita ufficialmente nel mio blogroll!!Infatti ti sono già tra i tuoi followers!Blog esilarante!

dublina said...

Sto morendo dalle risate! ahahah grazie del commento =)

Magrè said...

Stupenda!!!! :D

Valentina said...

@ Ernest: Io, invece, appartengo più o meno ad ogni categoria. Fortunato il mio Principe dagli Occhi Azzurri eh?

@ Miriam: Non sei assolutamente cattiva, anzi. Ti confesso che ho fatto di peggio. Ad una ex coinquilina che si dilettava nell'uso spropositato delle sue grazie e nello sfoggio compulsivo del suo fondoschiena (e che per altro era stata a letto con il padrone di case e aveva fatto la troia con il compagno della mia migliore amica). Io e la Sister eravamo arrivate al limite della sopportazione. Ti dico solo che le abbiamo siringato con succo di limone tutti gli alimenti (per farglieli andare a male) e che gli abbiamo messo il pepe nel detergente intimo. Troppo cattiva?

@Dublina: Mi inginocchio di fronte a tanto inserimento! Mi hanno mandata in tanti posti (più di frequente a quel paese), mi hanno fatta stare in tanti luoghi, ma in un blogroll non c'ero mai stata! Sono emozionatissima. Per l'occasione sfoggio tubino nero e tacco smignottante, non si sa mai.

@Magrè: Grazie :D

Vittoria A. said...

Concordo: tua nonna era una grande! Io sono sicuramente nel girone delle Imbranate (ho tinto di verde molte cose con un vestito che recidivamente mettevo in lavatrice e tingevo tutto). Troppo divertente! Davvero!!!

cicciopettola said...

sei anche nel mio di blogroll Valentina! (va bene il tubino, a bordo è apprezzatissimo quasi quanto il topless, ma ti prego il tacco no!!!) ;-))

stressa said...

Quel "purgati" era forse un modo gentile e geniale di mandare le persone a cagare... Complimenti per il tuo blog e per questo post che mi ha veramente divertita...:)

Agata said...

il gloss Incontrada? ma esiste davvero?! .. ti prego dimmi che te lo sei inventato ahahah
ps: tu sei iraconda!!! (io accidiosa)

Valentina said...

@Vittoria A. : Grazie! Guarda io sono reduce proprio questa settimana da un lavaggio riuscito male. Il mio fantastico maglioncino grigio adesso è giallo.

@Cicciopettola: Ecco ora mi monto la testa! 2 Blogroll in poco tempo! I tacchi posso portarli lo stesso? Li tengo in mano prometto.

@Stressa: Grazie e benvenuta :)

@Agata: non so se esiste il gloss con il suo nome, ma una linea di abbigliamento c'è di sicuro. Credo che i cosmetici che pubblicizza siano Pupa.
Io Iraconda lo sono di sicuro. (Mi sei mancata!)

♥ Alianna ♥ said...

Ma come..ancora espiare..? Abbiamo già dato ;)
Simpaticissimo il tuo post!! Bacioni e auguri per la festa della donna! =^.^=

LAURA said...

Ih!Ih! Credo che ogni donna si rispecchi in ognuna di queste descrizioni! Io mi ritengo un po' più negligente, che detto in altre parole significa una gran casinista.

Miriam said...

Sto ridendo come una matta...ho letto solo poco fa la tua risposta al mio commento! Certo che sei una bella tipina eh? Ce ne vuole di fantasia a mettere il pepe nel detergente intimo della tua, emh....coinquilina....ma è diventata ex dopo quell'episodio perchè ha cambiato domicilio? O perchè è morta per le coseguenze?

Valentina said...

@Miriam: guarda non lo ha mai saputo, però le è venuta un'infiammazione tremenda poveretta! Così impara a fare la troietta! Oltre al pepe ci avevamo messo anche il Cif, tanto per dare una disinfettata a tutto l'ambaradan! Con tutto quello che le sarà passato tra le gambe, avrà sicuramente avuto bisogno di una bella disinfettata!
Poveretta, se ci ripenso mi sento quasi in colpa. Ho detto quasi.