L'8 Marzo, la festa de LaSister


Aprile 2002 –Biblioteca di Follonica-

LaSister: “Dove andrai all’università?”
Io: “Psicologia, a Firenze. Te?”
LaSister: “Anche io.”
Io: “Con chi la prendi la casa?”
LaSister: “Con te”
Io: “Ah, perfetto.”

Il nostro primo dialogo sensato, più o meno. 


LaSister non è un’amica qualunque. LaSister è l’Amica. E’ banale, lo so, ma è così.
LaSister è bionda. Nell’anima. 


Porta sempre con sé mascara, pinzette e One di Calvin Klain. Adora tutto ciò che è piatto e nero, anche se non ne è consapevole.


LaSister sa aspettare quando è necessario e ha un sacco di abiti cocktail.



LaSister si tranquillizza subito.
LaSister: “Sono agitatissima! Domani ho il primo esame all’università.”
Io: “Dai non preoccuparti”
LaSister: “OK.”

LaSister è la persona più esilarante, divertente e arguta che abbia mai conosciuto. 


LaSister scova sempre delle cose geniali: l’ultima tendenza delle unghie a stiletto, la sigaretta intelligente, il Bimby e Lost.


LaSister ha la sua filosofia di vita e la applica senza preoccuparsi degli altri. 
LaSister sa benissimo che le sigarette dopo il tramonto non sono nocive, che la cioccolata drena, il fritto sgonfia e il prosciutto previene la cellulite. E’ consapevole del fatto che sia necessario negare sempre, tutto e soprattutto l’evidenza e sostiene senza paura che tutto ciò che desidera in realtà se lo merita davvero (prima tra tutte la collana di perle di Chanel).


LaSister dice sempre delle cose molto sagge ed è in grado di dispensare consigli nelle situazioni più disparate, il tutto con estrema frivolezza e leggerezza.


Il rimedio de LaSister è Pulsatilla, ma ne vorrebbe un altro.

LaSister conosce bene la propria invidia e non ha paura di ammetterla. 
Quando ci accorgiamo di invidiare forte qualcuno immaginiamo, a scopo terapeutico, di torturare il mal capitato. E' incredibile come ogni persona abbia la propria tortura. A Tizia picchierei un cucchiaio sui denti, a Pallina farei mangiare un piatto di pasta e sopracciglia, a Cosa le darei frontini a cadenza regolare e via dicendo. (Voi fantasticate mai su come torturare chi vi fa un torto? Che torture usate? Non so se è perché immaginare una persona che soffre scatena empatia o se, più semplicemente, l'istinto vendicativo viene appagato, ma ve lo consiglio. Dopo vi sentirete meglio.)


LaSister valuta il mondo basandosi su degli assiomi, ma solo quando le torna estremamente conveniente, altrimenti si limita a vivere la vita per quello che è.

LaSister sostiene:
  • Che un uomo valga tanto quanto la sua parola
  •          Che la casa rispecchi l’essenza di una donna
  • Che ognuno di noi dovrebbe divertirsi anche nelle situazioni più terrificanti
  •          Che non c’è cosa che una donna non possa ottenere
  •          Che ognuno ha quel che si merita

LaSister è una persona vendicativa, con molta pazienza e crede fermamente nel Karma.


LaSister cerca sempre di trarre un insegnamento da ogni esperienza. 


LaSister capisce cosa intendo se le dico che desidero “Asso di coppe, Tre di coppe, Asso di bastoni, Imperatrice, Imperatore e Giudizio”


LaSister è mamma dell’Ingegner Tritabiscotti, un topolino che beve ancora il biberon ed è capace di risolvere complicatissime equazioni matematiche e recitare poesie a memoria (è solo che non ha nessun’interesse a mostrare questa sua abilità agli altri). L’Ingegner Tritabiscotti viene educato da LaSister a rispettare le donne ed a diventare un buon maschio di nuova generazione.


LaSister ha più virtù che vizi e desidera tantissimo un soprannome, anche se tutt’ora non ce l’ha.


Il regalo più bello che le ho fatto è stata la mia prima vera sbornia. Di quella serata ci ricordiamo entrambe poco, ma sappiamo che abbiamo parlato per ore distese nel letto dopo aver vomitato anche l’anima.


LaSister è nata l’8 Marzo ed è una donna vera. Con tutti i valori, le astuzie e le debolezze adeguate al genere. Per questo Galline mie, oggi che si celebra la donna e ci regalano la mimosa, il mio pensiero e le mie parole sono per LaSister.

La più donna tra le donne e l’amica migliore che possa desiderare.

Auguri Donne e auguri a LaSister.

Scommetto che la volete anche voi un’amica così eh?

Vostra Gallina Zia dell’Ingegner Tritabiscotti Valentina




14 commenti:

dublina said...

eheh LaSister è l' amica che tutti vorrebbero!

Ernest said...

e io non posso far altro che associarmi agli auguri e sperare in una futura amica così!
saluti

Viviana B. said...

Auguri doppi a LaSister, allora, per compleanno e 8 marzo!
Come procede l'educazione del giovane Ingegner Tritabiscotti? Se procede bene, avrei un po' di avvocati, ingegneri, giornalisti, architetti e fisici (non necessariamente quadrupedi nè pelomuniti) da affidare alle sue pazienti cure onde diventare uomini degni di tal nome... ;-)

LaSister said...

Commossa e onorata LaSister ringrazia di un regalo così gradito per il suo compleanno.
Sei meravigliosa.

@viviana and ernest: grazie per gli auguri!!!
L'educazione dell'Ing. Tritabiscotti procede bene, a breve gli comprerò ferro da stiro e asse in plastica per insegnarli a stirare. Voglio un figlio non un decelebrato mentale che non sa che il segreto è partire da collo e maniche.

Valentina said...

@dublina: LaSister è fantastica :)

@Ernest: Grazie :)

@Viviana B. : Vedo che sulla domanda riguardante l?ingegner Tritabiscotti ti ha già risposto LaSister. E' bello sapere che alle nostre figlie aspetta una nuova generazione di uomini.

@LaSister: Ma che bello! LaSister è tra noi! Tanti auguri tesoro! Ti ho citata così tante volte nei miei post che una presentazione ufficiale non poteva assolutamente mancare.

Vittoria A. said...

Anche io stavo per dire: LaSister e' proprio l'amica che tutti vorremmo. E' L'Amica per eccellenza, quella che ti fa sentire bene solo perche' sai che esiste.
Bello avere amiche cosi'!

Valentina said...

@Vittoria: sì, LaSister è davvero speciale.

Il Pollocane said...

Auguri LaSister!!

Sante Pollastri said...

Mi unisco al coro degli auguri, estesi chiaramente al signor Tritabiscotti e consorte di LaSister!

Lou said...

"five" alto!! ;-)

Valentina said...

@Lou: Guarda come conosco bene il gergo dei giiiiovani:

High five= ^5

Propongo un ^5 4 the Sista (ecco, dopo questa performance di discutibile gusto sulle meraviglie dello slang giovanile scritto, mi ritiro nel mio pollaio)

Simona said...

Ce ne fossero di sister così!
Io c'ho un brother's (si scrive così?) per davvero. Un po' rinco, ma è un rinco di un metro e 85, quindi chiudo un occhio...
Bel post!

Valentina said...

@Simona: sicuramente una guardia del corpo di 1,85 serve sempre! :)

Stè said...

Siete troppo forti! Della serie... Dio li...Dio le fa e poi le accoppia! :D